01 agosto 2008

Accanimento? Disinformazione?

Da tempo i tifosi dell'Hellas Verona sostengono la tesi secondo cui verso di loro ci sia un accanimento mediatico mirato.
Quante volte sui giornali si legge che la Curva del Verona si è macchiata di cori razzisti (anche contro giocatori non di colore!)?
Cercando su Google si ottengono questi risultati in merito: clicca qui.
Che cori beceri! Quelli del Verona sono proprio dei nazisti!
In realtà è tutta la città ad essere razzista, hai sentito di quel ragazzo ammazzato di botte proprio da dei neo-nazisti in pieno centro?
Ti ricordi dell'aggressione di matrice xenofoba denunciata dal signor Marsiglia che poi si è scoperto essere totale invenzione del succitato???
Insomma, ogni episodio che può essere ricondotto a motivazioni di tale genere viene enfatizzato dai media, fino a inculcare nella gente la convinzione che nessun "diverso" possa vivere e lavorare a Verona.
Come mai non trovo in prima pagina la notizia che a Torino sabato notte almeno 200 giovani hanno cercato di linciare sette vigili urbani che elevavano contravvenzioni per divieto di sosta?
Perchè non ho letto in prima pagina che a Bologna il 30 maggio è iniziato il processo di 18 naziskin responsabili di aggressioni a extracomunitari, ebrei e omosessuali, risse allo stadio, traffici con gruppi hitleriani internazionali?

Io un'idea ce l'ho...

Tornando al calcio, qualcuno deve spiegarmi perchè nessun organo di informazione nazionale ha quantomeno criticato quanto successo l'altra sera durante il Trofeo Tim, che vedeva impegnate Milan, Inter e Juve.
Girovagando su Internet si viene a sapere ciò che dallo schermo televisivo non si è sentito e visto.
Innanzitutto un colorito scambio di opinioni tra i tifosi della Juve e Carlo Ancelotti, allenatore del Milan. La Curva ha innalzato il canto "un maiale
non può allenare" e il buon Carletto, solitamente pacato, ha risposto silenziosamente mostrando il dito medio.
Vabbè, scaramucce tra rivali.
Ben più grave è invece l'atteggiamento che gli organi di informazione hanno avuto nei confronti di un altro episodio che ha coinvolto sempre la Circa della Juve.
Questa volta i cori sono stati innalzati contro Balotelli (giocatore di colore dell'Inter) con "non esiste un negro italiano" e contro Stankovic apostrofato come "zingaro di merda" (cerchiamo su Google)

Invece di denunciare vengo a sapere che la Gazzetta si è rivolta ai tifosi della Juve con queste parole e con questo tono affettuoso e pedagogico:

"Cari ragazzi, anche se magari quello ceh cantate non riflette i vostri pensieri ed è quindi un inutile tentativo di intimidire gli avversari, provate a ricordare che la vostra curva è intitolata a Gaetano Scirea..."

Io noto una leggera differenza di trattamento...

3 commenti:

Nagash ha detto...

Sul fatto che la splendida città di Verona venga tartassata e presa di mira dai giornali concordo con te, dissento invece su altre cose, perchè tirare sempre in ballo la Juventus, forse non rammenti cosa cantano i tifosi gialloblu riguardo all'Heysel.
Infine chiudo con i doverosi e meritati complimenti per il tuo blog

Manaland ha detto...

La Juventus è stata tirata in ballo, come l'INTER, perchè la sua tifoseria si è resa protagonista di recente di fatti poco edificanti.
Proprio perchè si parla di società di primo piano, mi pare opportuno sottolineare comportamenti scorretti, che per questo risultano ancor più gravi.

Ti ringrazio per i complimenti.

Nagash ha detto...

Guarda se ti fa piacere ti dico che sono gobbo, molto gobbo ma che la tifoseria della Juve mi pena, specie in questi comportamenti, sai credo che più delle squadre conti la città dove sono, di Roma hai mai sentito parlare? sembra solo Verona una città di fascisti, quando invece tutte le persone intelligenti sanno che non solo la sinistra ha certi valori e che da uno studio Verona è risultata essere una delle città con maggior grado di integrazione.
Quello alla fine che volevo esprimere è che gli imbecilli ci sono ovunque ma come dici tu quello che fa qui in uno ha molta più risonanza che mille in altri stadi