01 settembre 2006

31/08 Blog Day 2006

Blog Day 2006
31/08: si scrivano una affianco all'altra le cifre che compongono tale data, ci si armi di un po' di fantasia e si provi a interleggere la parola "blog". Sono stati sufficienti questi pochi ingredienti per fare del 31 Agosto il cosiddetto "Blog day", una sorta di autocelebrazione che la blogosfera dedica a se stessa nella sua complessità.
La partecipazione al Blog Day consiste nella condivisione di alcuni link con l'aggiunta di piccole regole per amalgamare l'iniziativa, con un tag, su Technorati. Così il sito ufficiale: «il BlogDay è iniziato con la convinzione che i blogger dovrebbero avere un giorno da dedicare a conoscere altri blogger, di altri paesi o aree di interesse. Quel giorno i blogger li raccomanderanno ai loro visitatori. Durante il BlogDay ogni blogger posterà una raccomandazione di 5 nuovi blog. Quel giorno tutti i lettori di blog si troveranno a navigare e scoprire nuovi, sconosciuti blog.
Non sono da molto nel mondo dei blog, per cui non ho molti blog da segnalare (oltre ai miei che potete trovare qui di lato ;) )

barby lucedistelle: beh, in questo periodo sono concentrato sul mio Salto nel Buio per cui apprezzo molto i blog di italiani che raccontano la loro avventura irlandese. Questo è di una ragazza.

Doblin3: simile al precedente, ma tenuto da un ragazzo, per cui probabilmente vi si trovano cose leggermente diverse. Da consultare i blog linkati, ne vale la pena!

Quinta's weblog: il sottotitolo dice "Sostieni la Neutralità della Rete! Post quasi quotidiani su reti e diritto d'autore (spero, non dogmatici)". E' un blog interessante su cui si trovano interessanti spunti inerenti il mondo tecnologico.

TED Blog: sono un ingegnere in fondo e lo si vede: "Ideas that matter in Technology Entertinment & Design". Vi si trovano molte notizie e video-interviste che riguardano appunto il mondo della tecnologia.

Cronache di Raul: blog conosciuto poco fa, ma che mi affascina molto. Un italiano che vive a Nassau, Bahamas, per lavoro. Wow...

Spero possano piacere anche a voi. Salutandovi ringrazio il buon Tonino, che spesso mi tiene aggiornato sul mondo Internet!! :)

Technorati Tags: , , , , , , , , ,

4 commenti:

Raul Sapora ha detto...

Ti rispondo con le parole di qualcun altro, Manaland (ma come ti chiami?):

Nulla è più bello dell’uomo quando avanza. Il soldato che esce dalle file e si dichiara volontario. Il torero che si strappa fuori dal burladero, scaccia i suoi peones e si spiega la cappa. E l’immagine ingenua del cow boy che entra nel saloon, fende l’adunanza pietrificata e si dirige verso il bar. Tutto scricchiola nel cuore degli altri uomini quando uno di loro si fa avanti di due passi, si stacca dalla fila e così foggia intorno a sé una barriera invarcabile di rispetto. Le madri e le fidanzate supplicano e non capiscono che possono avere per rivale la morte. “Non farti avanti! Torna indietro!”. E’ tardi. Il figlio o l’amante ha udito l’incredibile appello di un altro amore e volge verso le donne un viso d’ombra, uno sguardo vuoto. “Non ci conosce più” urla la madre. E’ vero. Lui non è più lo stesso, da quando si è fatto avanti. Non ha più un passato. Donne, vi è straniero perché egli ha scelto di nascere una seconda volta ed è uscito, in quell’istante, da se stesso e non dalle vostre viscere. L’eroismo: selvaggia creazione di sé a opera di se stesso, dell’uomo a opera dell’uomo.

J. Cau, Il Cavaliere, la Morte e il Diavolo, Ciarrapico editore, Roma, 1985

Leggilo, se vorrai. Grande libro!

Manaland ha detto...

Ottima citazione... grazie.
Non sono mai stato un grande lettore, ma negli ultimi anni ho cercato di migliorare in questo, perchè ritengo che in fondo sia una cosa importante per ognuno.
Di solito vado a periodi, devo avere voglia di leggere. Ora purtroppo non è così per diversi motivi, ma il tuo commento rimarrà qui a ricordarmi questo libro.

Raul Sapora ha detto...

Io ho trovato la citazione sul mio blog fatta da un anonimo, così come quella di Blanchard. Forse le hai inserite tu... Se sei stato tu abiamo molte cose in comune... Ciao

Manaland ha detto...

Mi sarebbe piaciuto poter fare citazioni del genere, ma ti assicuro che non le ho scritte io.