17 novembre 2006

Errori

Sbagliare è umano.
Sbagliare è un modo per imparare.
Sbagliare aiuta a capirsi e capire il mondo che ci circonda.
Sbagliare fa crescere.

Si sbaglia solo quando ci si prende la responsabilità di decidere; chi non decide non sbaglia. Anche se in realtà sbaglia comunque perchè non si concede la possibilità di sbagliare.
Davanti ad una decisione siamo spesso indecisi, dobbiamo valutare pro e contro, dobbiamo valutare le conseguenza delle nostre azioni su noi stessi, ma soprattutto sugli altri, che le subiscono.
La nostra indecisione ci porta a chiedere consiglio a chi abbiamo di più caro, sia per condividere le difficoltà che tale processo comporta, sia per poterci confrontare con punti di vista differenti dal nostro.
Come detto le nostre decisioni possono ripercuotersi su altre persone, in maniera positiva o negativa. Per questo, per il rispetto che dobbiamo portare al prossimo, è nostro dovere riflettere molto perchè sarebbe ingiusto che qualcun'altro dovesse subire, senza averne colpa, le ripercussioni del nostro vivere.

Però c'è modo e modo di sbagliare.

Ritengo sia doveroso chiedere consiglio ai nostri cari, di sicuro ci daranno nuovi motivi di riflessione, ci faranno notare aspetti che non avevamo preso in considerazione.
Tuttavia sono convinto che sia opportuno fare molta attenzione: sbagliare con la propria testa è molto meglio che sbagliare con la testa altrui.
Ossia è molto meglio compiere un errore perchè abbiamo scelto un'opzione che ha avuto conseguenze negative, ma di cui eravamo completamente convinti. Molto diverso è sbagliare perchè si è lasciato da parte il proprio pensiero a favore della convinzione altrui, credendo che quella testa potesse essere più efficace della propria.
Tutto fila liscio nel momento in cui le conseguenze rispecchiano il nostro desiderio.
All'opposto, nel momento in cui le conseguenze risultano non soddisfare il nostro desiderio, risulta molto più difficile affrontarle.

Se io prendo una decisione perchè ne sono convinto la mia coscienza può prendersi la piena responsabilità di quanto accaduto e ne può rispondere a me stesso e agli altri. Riconosceremo il nostro sbaglio, ne faremo tesoro e sapremo buttarci alle spalle la disavventura, sempre con rammarico, ma con la coscienza a posto.
Seguire il consiglio altrui senza convinzione rende invece impossibile questo processo, soprattutto verso noi stessi; non riusciremo mai a superare quel senso di colpa, che ci rimarrà dentro a roderci, non perchè abbiamo preso la decisione sbagliata, ma perchè abbiamo preso una decisione di cui non eravamo convinti e di cui quindi non riusciamo a prenderci tutta la responsabilità.

Ci sarà qualcuno che concorda con me, ci saranno altri che non lo faranno, ma del resto... sbagliando si impara.

2 commenti:

flower ha detto...

strano come stavo riflettendo su ciò e vagando su internet ho trovato il tuo blog!mi hai intrippato la mente :P...scherzo!

Manaland ha detto...

E' bello vagare e scoprire blog. Io lo adoro.
Spero di ritrovarti su queste pagine...